I campi di raccolta libici e le torture davanti ai giudici di Milano

04 giugno 2018

Di Maurizio Veglio

Segnaliamo questo accurato approfondimento della recente sentenza 

della Corte d’Assise di Milano 10 ottobre - 1 dicembre 2017

"I “migranti incarcerati perché privi di documenti” si scoprono, nel nostro codice penale, persone sequestrate a scopo di estorsione, vittime di sevizie e abomini. La “polizia che arresta” è il travestimento di gang armate, bande di strada, Asma Boys che popolano gli incubi dei sopravvissuti ad anni di distanza. Gli “arabi che liberano i subsahariani per assumerli”, dimenticandosi poi di pagarli, sono i moderni schiavisti, padroni della scacchiera e delle pedine intrappolate in un labirinto di compravendite, cessioni e aste. Gli “uomini che si imbarcano” diventano bestie recintate, minacciate e pestate, stipate in barconi pericolanti in partenza dalla bocca dell’inferno. Il tutto affidato alla regia della criminalità organizzata transnazionale, autentici imprenditori feudali del XXI secolo"

Da leggere con cura. Per aprire, finalmente, gli occhi.

Qui l’articolo integrale.

 

Archivio news

 

News dello studio

ago11

11/08/2018

Ricorso al Capo dello Stato - Terza Corsia A13

Ricorso al Capo dello Stato - Terza Corsia A13

Articolo tratto da "Rete veneta News" del 09/08/2018 "Lo avevano promesso, lo hanno fatto. Cittadini e comitati contrari alla terza corsia dell'autostrada A13 nel tratto Padova Sud-Monselice hanno depositato

giu4

04/06/2018

I campi di raccolta libici e le torture davanti ai giudici di Milano

I campi di raccolta libici e le torture davanti ai giudici di Milano

Di Maurizio Veglio Segnaliamo questo accurato approfondimento della recente sentenza  della Corte d’Assise di Milano 10 ottobre - 1 dicembre 2017 "I “migranti incarcerati perché

mag18

18/05/2018

Getto pericoloso di cose ed emissioni odorigene; atti dell'incontro pubblico

Getto pericoloso di cose ed emissioni odorigene; atti dell'incontro pubblico

Pubblichiamo il materiale relativo all'incontro di Villadose, del 18 maggio 2018, sulle emissioni odorigene e la tutela prevista dall'art. 647 c.p., in commento alla Cassazione penale, sent. n 12019

News Giuridiche